Circolare Ministeriale 3 aprile 2013
Competenze in merito ai procedimenti tecnico-amministrativi relativi al rilascio e la gestione dei titoli minerari.
Competenze delle divisioni VI e VII.
  Questo documento in formato pdf
Torna alla pagina precedente

DIREZIONE GENERALE PER LE RISORSE MINERARIE ED ENERGETICHE

Il Decreto del Presidente della Repubblica 28 novembre 2008, n.197, concernente la riorganizzazione del Ministero dello sviluppo economico, in particolare, l'articolo 11, comma 1 ha definito le funzioni e i compiti svolti dalla Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche.

Il successivo Decreto Ministeriale 22 giugno 2012, di modifica del Decreto Ministeriale 7 maggio 2009 di individuazione degli uffici di livello dirigenziale non generale del Ministero dello sviluppo economico, all'articolo 2, comma 2, definendo i compiti delle divisioni della Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche ha previsto per le divisioni VI e VII quanto segue:

"Divisione VI - attività' di ricerca, coltivazione di idrocarburi e risorse geotermiche -conferimento, proroga, modifica, approvazione di programmi lavoro, revoca, dei permessi di prospezione, dei permessi di ricerca, e delle concessioni di coltivazione di idrocarburi nel sottosuolo e in mare.
- conferimento, proroga, modifica, approvazione di programmi, revoca dei permessi di prospezione, dei permessi di ricerca e delle concessioni di coltivazione di sostanze minerali e geotermiche in mare.
- archivio per il settore di competenza.
- promozione, definizione e gestione di accordi e intese con le amministrazioni centrali, regionali e locali ai fini della prospezione, ricerca, coltivazione di idrocarburi e di risorse geotermiche.
- predisposizione degli elementi di risposta agli atti di sindacato ispettivo nelle materie di competenza della divisione.
- rapporti con l'Avvocatura di Stato nelle materie di competenza della divisione.
- gestione del contenzioso amministrativo nelle materie di competenza della divisione.

Divisione VII - stoccaggio gas naturale, cattura e stoccaggio dell'anidride carbonica
- conferimenti, proroghe, modifiche, approvazione programmi, revoca delle concessioni di stoccaggio di gas naturale e CO2.
- definizione di norme, standard tecnici e regolamenti per i sistemi di stoccaggio sotterraneo della CO2 e per l'eventuale impiego della CO2 ai fini della più efficiente coltivazione di giacimenti di idrocarburi.
- criteri e procedure per l'individuazione dei siti per i sistemi di stoccaggio e per la loro caratterizzazione.
- analisi e valutazione dei costi di sistemi e tecnologie per la cattura, il trasporto e lo stoccaggio della CO2 e modalità di finanziamento.
- valutazioni comparative di aspetti legali e regolatori nei procedimenti autorizzativi dei sistemi di trasporto e di stoccaggio della CO2 con riferimento ad altre esperienze in ambito europeo e internazionale.
- diffusione delle informazioni e raccolta di dati sui sistemi e sui processi di cattura, trasporto e stoccaggio della CO2; partecipazione e formazione del consenso sociale.
- promozione, definizione e gestione di accordi e intese con le Amministrazioni centrali, regionali e locali ai fini dello stoccaggio sotterraneo di gas naturale e CO2.
- attuazione del programma di metanizzazione del mezzogiorno ex Legge 28 novembre 1980, n.784 e s.m.i.
- archivio per il settore di competenza.
- predisposizione degli elementi di risposta agli atti di Sindacato Ispettivo nelle materie di competenza della divisione.
- rapporti con l'Avvocatura di Stato nelle materie di competenza della divisione.
- gestione del contenzioso amministrativo nelle materie di competenza della divisione".

Considerate le difficoltà rappresentate nella ripartizione dei carichi lavorativi a seguito della riorganizzazione interna conseguente al DM 22 giugno 2012, al fine di garantire il buon andamento dell'attività della direzione, si precisa che, fatte salve le competenze degli Uffici territoriali UNMIG, tutti i procedimenti inerenti al rilascio e alla gestione dei titoli minerari, all'esame e valutazione di tutti gli aspetti tecnici e amministrativi delle istanze presentate dalle Società, nonché la predisposizione degli atti conseguenti da sottoporre alla firma del Direttore generale, rientrano, rispettivamente, tra i compiti della Divisione VI per le attività di ricerca, coltivazione di idrocarburi e risorse geotermiche e della Divisione VII per le attività di stoccaggio di gas naturale, cattura e stoccaggio dell’anidride carbonica.

Le divisioni VI e VII sono inoltre responsabili della predisposizione degli elementi di risposta agli atti di Sindacato Ispettivo, dei rapporti con l'Avvocatura e del contenzioso amministrativo nelle materie di competenza, in merito ai quali forniscono gli elementi tecnici ed amministrativi necessari per la formulazione delle relative risposte e memorie.

Roma 3 aprile 2013

Il Direttore generale: TERLIZZESE