Decreto Direttoriale 19 febbraio 2014
Modifiche al Decreto Direttoriale 22 marzo 2011 - Compiti della Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche in materia di rimozione delle installazioni minerarie e conseguente rilascio delle aree interessate.
Torna alla pagina precedente
  Questo documento in formato pdf

IL DIRETTORE GENERALE PER LE RISORSE MINERARIE ED ENERGETICHE

VISTO il Decreto Ministeriale 4 marzo 2011 recante “Disciplinare tipo per i permessi di prospezione e di ricerca e per le concessioni di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi in terraferma, nel mare territoriale e nella piattaforma continentale”;
VISTO l’articolo 15, comma 5, Decreto Ministeriale 4 marzo 2011, in base al quale “con decreti direttoriali della direzione generale delle risorse minerarie ed energetiche sono disposte le procedure operative di attuazione della presente disciplina e le modalità di svolgimento delle attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi e dei relativi controlli”;
VISTO il Decreto Direttoriale 22 marzo 2011 recante “Procedure operative di attuazione del Decreto Ministeriale 4 marzo 2011 e modalità di svolgimento delle attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi e dei relativi controlli ai sensi dell’articolo 15, comma 5 del Decreto Ministeriale 4 marzo 2011” e, in particolare, l’articolo 31;
RITENUTO necessario specificare e aggiornare, al fine di garantire l’efficienza dell’attività amministrativa e in base alle norme ambientali in materia di bonifica dei siti, i compiti della Direzione generale sulla rimozione delle installazioni minerarie e conseguente rilascio delle aree interessate;
FERMO RESTANDO quanto previsto dal Decreto Ministeriale 4 marzo 2011 e dal Decreto Direttoriale 22 marzo 2011, per le parti non modificate,

DECRETA

Articolo 1
1. Il comma 6 dell’articolo 31 del Decreto Direttoriale 22 marzo 2011 è sostituito dal seguente: “6. La Sezione UNMIG competente attesta la conclusione delle attività di decommissioning e trasmette tale attestazione al Ministero, ai fini della cancellazione del titolo minerario. Il Ministero informa le altre amministrazioni eventualmente competenti, in relazione agli eventuali obblighi e impegni residui del titolare in materia di bonifica e ripristino dei siti della concessione, ai sensi del decreto legislativo n. 152 del 2006 e s.m.i..”

Roma, 19 febbraio 2014

Il Direttore generale: TERLIZZESE