Direttiva 4 agosto 2022

 

Come già anticipato con la “direttiva” impartita per le procedure di approvvigionamento di gas naturale di produzione nazionale nel mar territoriale e nella piattaforma continentale, di cui al provvedimento del 28.06.2022 prot. n. 15307, in attuazione dell’art. 16, comma 1, del D.L. 17/2022, è stata emanata - per le medesime finalità e a completamento di intenti rispetto alla rilevanza della norma in parola - la presente comunicazione anche con riferimento alle concessioni di coltivazione di gas naturale in terraferma, con relativo elenco degli operatori delle stesse che sono risultati ammessi a partecipare alle procedure medesime.

 

Procedure per l'approvvigionamento di lungo termine di gas naturale di produzione nazionale nella terraferma.

Il GSE avvia tempestivamente le procedure per l’approvvigionamento di lungo termine dai titolari di concessioni di coltivazione in terraferma, i cui impianti di coltivazione di gas naturale sono situati in tutto o in parte in aree considerate compatibili secondo il PiTESAI, anche se improduttive o in condizione di sospensione volontaria delle attività.

A tale scopo il GSE invita gli operatori di cui all’elenco (all. 1) allegato, con avviso, inviato via pec, e da pubblicare sui siti web del Ministero della Transizione Ecologica e del GSE, a manifestare interesse ad aderire alle citate procedure in parola, secondo i termini e le modalità previsti dall’avviso stesso.

Le concessioni in elenco sono considerate compatibili in base al PiTESAI ex art. 11-ter D.L. 135/2018, in combinato disposto con l’articolo 16 D.L. 17/2022. Per alcune di queste, essendo in corso di svolgimento, come appositamente specificato nell’elenco medesimo, alcuni procedimenti preordinati di settore (quali ad esempio quelli di VIA, di variazione del programma lavori (VPL) o piuttosto di verifica della capacità tecnica ed economica dell’operatore), il cui esito non è ancora definito, si rappresenta che l’invito alle procedure in parola, nonché la manifestazione di interesse da parte dell’operatore, è in ogni caso condizionata al buon esito delle citate procedure in corso di definizione.

Resta ferma, per le aree non idonee secondo i criteri individuati dal PiTESAI, presenti nelle concessioni, l’interdizione a nuove attività minerarie diverse da quelle consentite, relativamente alle infrastrutture minerarie già in essere o già previste dal programma lavori approvato e accessorie alle stesse, tenendo esclusivamente conto delle interferenze con vincoli assoluti e di esclusione (l’elaborato grafico di tali aree è pubblicato sul sito web di questo Ministero). Resta ferma inoltre la possibilità che le aree non idonee delle medesime concessioni siano assoggettate a riperimetrazione d’ufficio per la parte di area non necessaria ai fini della coltivazione residua.

 

Modalità di adesione alle procedure

Gli operatori interessati ad aderire alla procedura in parola comunicano per pec al GSE S.p.A. (gsespa@pec.gse.it), al Ministero della Transizione Ecologica (DGIS – Divisione V: is@pec.mite.gov.it) e all’ARERA (protocollo@pec.arera.it), entro trenta giorni lavorativi dall’invito e secondo l’apposito modulo predisposto dal GSE S.p.A., la propria manifestazione di interesse.

Nel citato modulo l’operatore interessato indica la denominazione di ciascuna concessione, tra quelle indicate in elenco, con la quale intende partecipare alle procedure di approvvigionamento, ivi incluse: la data di scadenza del titolo, la condizione di produzione (ai sensi dell’articolo 34, comma 19, D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito con modificazioni dalla Legge 17 dicembre 2012, n. 221), eventuali istanze di proroga presentate e ancora con iter istruttorio in corso, eventuali altri procedimenti in corso in cui esito positivo rileva come condizione per l’effettiva partecipazione alle procedure in argomento, il programma delle produzioni di gas naturale per gli anni dal 2022 al 2031, nonché informazioni sulla rete di collegamento impiegata per il trasporto del gas alla centrale di raccolta e trattamento e un’eventuale stima dei costi di produzione effettivi o previsti per ciascuna delle concessioni di cui l’Amministrazione potrà tenere conto nella definizione delle condizioni e delle modalità di cessione.

Gli operatori comunicano un elenco di possibili sviluppi, incrementi o ripristini delle produzioni di gas naturale per lo stesso periodo nelle concessioni di cui sono titolari, nonché la produzione aggiuntiva derivante da detti interventi, i tempi massimi di entrata in erogazione, il profilo atteso di produzione e i relativi investimenti necessari, lo stato della procedura autorizzativa.

La manifestazione di interesse da parte degli operatori non è vincolante fino alla stipula dei relativi contratti di approvvigionamento con il GSE, a seguito della definizione delle condizioni e dei prezzi con decreto del Ministero dell’economia e finanze, di concerto con il Ministero della transizione ecologica e sentita l’ARERA, ai sensi dell’articolo 16, comma 4, del citato D.L. 17/2022.

Il GSE è altresì invitato ad avviare le attività per lo sviluppo della proposta operativa predisposta dallo stesso Gestore con riferimento al modello ivi indicato.

Questo Ministero si riserva ogni opportuna verifica in merito agli eventuali programmi di produzione presentati nonché in merito ai singoli aspetti di competenza, secondo il quadro normativo di riferimento. Eventuali risultanze di dette verifiche, qualora impattanti sulle concessioni invitate alle procedure di approvvigionamento, saranno comunicate dalla competente Direzione Generale di questo Ministero al GSE S.p.A. per gli opportuni seguiti.

 

 

Roma 4 agosto 2022

Il Ministro: CINGOLANI

 

Allegato 1 - Elenco operatori 

Titolari Concessioni a terra Quote Solo Gas
AIMAG   BARIGAZZO 100%
MONTE CANTIERE 100%
VETTA 100%
ALEANNA ITALIA BAGNACAVALLO 100%
APENNINE ENERGY     CASCINA CASTELLO 100%
RAPAGNANO 100%
SILLARO 100%
S. ALBERTO 100%
SAN LORENZO 100%
CANOEL ITALIA     S. TEODORO 100%
MISANO ADRIATICO 100%
MASSERIA GROTTAVECCHIA 20%
S. ANDREA 40%
TORRENTE CIGNO 45% No
CH4 LIZZANO  POZZA 100%
GRECCHIA 100%
COIMEPA SERVIZI TRIGNANO 100%
ENERGEAN ITALY                FIUME TENNA 100%
SAN MARCO 100%
MONTE URANO 40% No
MASSERIA MONACO 50%
MASSIGNANO 50%
MONTIGNANO 50%
GARAGUSO 50,33%
COLLE DI LAURO 62,42%
TORRENTE MENOCCHIA 88% No
S. ANDREA 50%
MASSERIA GROTTAVECCHIA 13,75%
QUARTO 33,33%
MONTEGRANARO 50%
PORTO CIVITANOVA 40%
MAFALDA 40%
TORRENTE CELONE 50%
ENI           SORESINA 100%
CAPO COLONNE 100%
DOSSO DEGLI ANGELI 100% No
MASSERIA VERTICCHIO 100% No
MIGLIANICO 100% No
VAL D'AGRI 61% No
TERTIVERI 70%
MONTE URANO 60% No
MASSERIA MONACO 50%
MONTEGRANARO 25%
COLLE DI LAURO 12,5%
GAS PLUS ITALIANA                       CASA MAGGI 100%
CASTEGGIO 100% No
MACERATA 100%
MONTE MORRONE 100%
RECOVATO 100%
S. MARIA NUOVA 100%
SETTEFINESTRE 100%
PIGAZZANO 100% No
PONTETIDONE 100%
FILETTO 100%
IL SALICE 100%
POLICORO 100%
RECOLETA 100%
MONTEGRANARO 25%
PORTO CIVITANOVA 60%
MAFALDA 60%
MASSERIA GROTTAVECCHIA 58,25%
TORRENTE CIGNO 55% No
MASSIGNANO 50%
MONTIGNANO 50%
GARAGUSO 49,67%
COLLE DI LAURO 25,08%
TERTIVERI 30%
IRMINIO  MASSERIA GROTTAVECCHIA 8%
SAN BASILE 15%
LAZZI GAS     BOMBIANA 100%
CA' BELLAVISTA 100%
GAGGIOLA 100%
SALGASTRI 100%
MOLINAZZO 100%
METANO PUGLIA VALLE DEL ROVELLO 100%
MITSUI E&P ITALIA B GORGOGLIONE 25% No
PENGAS ITALIANA MASSERIA VIORANO 100%
PETROREP ITALIANA S. ANDREA 10%
PETROREP ITALIANA TORRENTE MENOCCHIA 12% No
PO VALLEY OPERATIONS PTY Ltd. SELVA MALVEZZI 100%
ROCKHOPPER ITALIA  TORRENTE CELONE 50%
SAN BASILE 85%
SHELL ITALIA E&P  GORGOGLIONE 25% No
VAL D'AGRI 39% No
SIM  PIETRAMALA 100%
TOMBOLO 100%
SOCIETÀ PADANA ENERGIA         MEZZOCOLLE 100% No
RAVENNA TERRA 100%
SAN POTITO 100%
SPILAMBERTO 100% No
VESCOVATO 100%
MIRANDOLA 100% No
SETTALA 100%
POMPOSA 100%
QUARTO 66,67%
SOCOPLUS POGGIO CASTIONE 100%
TERME DI SALSOMAGGIORE E DI TABIANO  SALSOMAGGIORE I 100%
SALSOMAGGIORE II 100%
TOTAL E&P ITALIA GORGOGLIONE 50% No

Si precisa che l'allegato 1 sopra riportato comprende solo le informazioni che possono essere rese pubbliche.

 


Questa pagina ti è stata utile?

NO