Decreto Ministeriale 9 agosto 2013

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, e successive modificazioni, concernente la riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59;
VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, recante norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche;
VISTO il decreto legge 18 maggio 2006, n. 181 recante “disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dei Ministeri”, convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1 della legge 17 luglio 2006 n. 233;
VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 14 maggio 2007, n. 78, recante regolamento per il riordino degli organismi operanti presso il Ministero dello Sviluppo Economico, a norma dell'articolo 29 del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, ed in particolare l'articolo 1, che ha previsto l'istituzione della Commissione per gli idrocarburi e le risorse minerarie, di seguito CIRM, mediante riordino ed accorpamento in essa del Comitato tecnico per gli idrocarburi e la geotermia, della Commissione in materia di royalties sulla produzione di idrocarburi, della Commissione interdisciplinare consultiva per la ricerca mineraria di base, nonché della Commissione consultiva di cui all'articolo 83 del decreto del Presidente della Repubblica 24 maggio 1979, n. 886;
VISTO il decreto del Presidente della Repubblica del 28 novembre 2008, n.197 recante, a norma della legge 14 luglio 2008, n. 121, la riorganizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico;
VISTO il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 22 gennaio 2008, n. 876, con il quale è stata costituita la Commissione per gli idrocarburi e le risorse minerarie, sono state definite le modalità di funzionamento e di organizzazione dei lavori nonché i servizi di supporto della Commissione stessa, articolata in sezioni specializzate riferite ad aree di attività degli organismi accorpati;
VISTO il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 10 aprile 2008 con il quale è stato integrato con le nomine dei rappresentati delle Regioni il suddetto decreto di costituzione CIRM;
VISTI i decreti del Ministro dello Sviluppo Economico 29 gennaio 2010, 24 novembre 2010, 9 gennaio 2012 con i quali alcuni componenti della CIRM sono stati sostituiti;
VISTO il decreto del Presidente dei Consigli dei Ministri 25 maggio 2011 di proroga degli organismi collegiali operanti presso il Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi dell’art. 68 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008 n. 133, il quale stabilisce, tra l’altro, che la partecipazione agli organi collegiali è onorifica;
VISTO il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 22 giugno 2012 con il quale è stato disposto il riordino della Direzione Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche con la soppressione dell'Ufficio Nazionale Minerario per gli Idrocarburi e le Georisorse;
VISTO l’art. 12, comma 20, del decreto legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, a norma del quale a decorrere dalla data di scadenza degli organismi collegiali operanti presso le Pubbliche Amministrazioni, in regime di proroga ai sensi dell'articolo 68, comma 2, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, “le attività svolte dagli organismi stessi sono definitivamente trasferite ai competenti uffici delle amministrazioni nell'ambito delle quali operano”;
VISTO il parere del Consiglio di Stato n. 02661/2013 in data 10 giugno 2013 che ha riconosciuto che, “ove l’attività della Commissione per gli idrocarburi e le risorse minerarie non sia surrogabile a causa della mancanza, in seno alle strutture dell’Amministrazione, delle professionalità ad elevata specializzazione tecnica in discipline scientifiche specialistiche, la cui partecipazione all’organismo, prevista normativamente, è funzionale all’espressione di pareri tecnici, obbligatori per legge o regolamento, deve ritenersi che essa non possa considerarsi soppressa”;
CONSIDERATO che nella Direzione Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche non sono presenti professionalità ad elevata specializzazione tecnica in discipline scientifiche;
CONSIDERATA pertanto la necessità di provvedere alla ricostituzione della CIRM quale organo collegiale necessario per la compiuta istruttoria in vista dell’adozione dei provvedimenti finali in capo alla Direzione Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche; VISTE le note di designazione pervenute dai competenti organismi, ai sensi dell'articolo 1 del citato decreto del Presidente della Repubblica 14 maggio 2007, n. 78;
PRESO ATTO che risultano pervenute tutte le designazioni previste, ad eccezione di quelle di competenza della Conferenza Stato-Regioni relative ai due rappresentanti regionali previsti come componenti della Sezione b);
CONSIDERATO che la mancata costituzione della CIRM comporta gravi ritardi nello svolgimento di numerosi procedimenti amministrativi;
CONSIDERATO che la Commissione può operare per singole sezioni;

D E C R E T A:

Art. 1
(Costituzione della Commissione per gli Idrocarburi e le risorse minerarie - CIRM )
1. La Commissione per gli idrocarburi e le risorse minerarie, di cui all'articolo 1 del decreto del Presidente della Repubblica 14 maggio 2007, n. 78, è così costituita:

Presidente: ing. Franco TERLIZZESE - Direttore Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche;

  • Vicepresidente: dott.ssa Rosanna LANZARA - Dirigente Generale con incarico di studio presso la Direzione Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche;
  • Componente: avv. Alessandra BRUNI designato dall'Avvocatura dello Stato;
  • Componente: ing. Liliana PANEI - Dirigente della Direzione Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche;
  • Componente: dott.ssa Elda FIORILLO - Dirigente della Direzione Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche;
  • Componente: Ing. Marcello STRADA - Dirigente dell’Ufficio territoriale UNMIG di Bologna;
  1. Sezione con compiti relativi alle attività di ricerca e coltivazione di risorse minerarie:
    • Componente: dott. Eutizio VITTORI - Funzionario dell’Agenzia per la Protezione dell'Ambiente e per Servizi Tecnici (APAT);
    • Componente: dott. Raffaele VENTRESCA - Dirigente del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare;
    • Componente: prof. Giovanni Battista CROSTA - Ordinario di Geologia Applicata - designato dal Ministero dell’Istruzione, dell'Università e della Ricerca;
    • Componente: prof. Maurizio FEDI - Ordinario di Geofisica applicata - designato dal Ministero dell’Istruzione, dell'Università e della Ricerca;
    • Componente: prof. Carlo DOGLIONI - Ordinario di Geologia strutturale - designato dal Ministero dell’Istruzione, dell'Università e della Ricerca;
    • Componente: prof. Antonino PEZZINO - Ordinario di Georisorse minerarie e applicazioni mineralogiche-petrografiche - designato dal Ministero dell’Istruzione, dell'Università e della Ricerca;
  2. Sezione con compiti relativi alla sicurezza delle attività di ricerca e coltivazione:
    • Componente: ing. Arnaldo VIOTO - Dirigente dell’Ufficio territoriale UNMIG di Napoli;
    • Componente: ing. Marcello STRADA - Dirigente dell’Ufficio territoriale UNMIG di Bologna;
    • Componente: ing. Giancarlo GIACCHETTA - Dirigente dell’Ufficio territoriale UNMIG di Roma;
    • Componente: ing. Marcello DELL’ORSO – Funzionario della Direzione Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche;
    • Componente: C.V. Andrea AGOSTINELLI - Dirigente del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture;
    • Componente: arch. Marcella IMBRISCO – Dirigente del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile – Ministero dell’Interno;
    • Componente: dott.ssa Maria Filomena MARTINO – Dirigente della Polizia di Stato – Ministero dell’Interno;
    • Componente: Capitano di Fregata Pasquale TRIPODI - Ufficiale superiore del Ministero della Difesa – Marina;
    • Componente: dott.ssa Maria Paola BOGLIOLO - Rappresentante dell'INAIL – Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro;
    • Componente: prof. Carlo PODENZANO BONVINO - Ordinario di Architettura Navale designato dal Ministero dell’Istruzione, dell'Università e della Ricerca;
    • Componente: ing. Leonardo BRUNORI - Rappresentante del Registro Italiano Navale;
  3. Sezione con compiti relativi alla determinazione e versamento delle aliquote di prodotto della coltivazione:
    • Componente: ing. Arnaldo VIOTO - Dirigente dell’Ufficio territoriale UNMIG di Napoli;
    • Componente: Ing. Marcello STRADA Dirigente dell’Ufficio territoriale UNMIG di Bologna;
    • Componente: ing. Giancarlo GIACCHETTA - Dirigente dell’Ufficio territoriale UNMIG di Roma;
    • Componente: dott. Nicola LAURELLI - Dirigente del Ministero dell’Economia e delle Finanze;
    • Componente: dott. Roberto ROCCHI – Funzionario della Direzione Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche in qualità di esperto in materia di economia delle fonti energetiche.

2. Ai sensi del comma 9 dell'articolo 1 del decreto del Presidente della Repubblica 14 maggio 2007, n. 78, il Presidente della CIRM può, per singole tematiche, chiamare a far parte di una Sezione della CIRM anche altri esperti in specifiche discipline, nei limiti previsti dal predetto comma.
3. Ai sensi del comma 8 dell'articolo 1 del decreto del Presidente della Repubblica 14 maggio 2007, n. 78, alle riunioni della CIRM partecipano di volta in volta i rappresentanti della regione interessata, con spese a carico dell’amministrazione regionale.

Art. 2
(Segreteria)
Per lo svolgimento delle attività di competenza, la CIRM dispone di una segreteria con funzioni di supporto composta dall’ing. Rita Mancuso, coordinatrice, dalla dott.ssa Raffaella Mastrella e dalla sig.ra Anna Ligato, in servizio presso la Direzione Generale per le Risorse Minerarie ed Energetiche.

Art. 3
(Decorrenza e durata)
La CIRM, come costituita con il presente decreto, dura in carica tre anni a decorrere dalla data del presente decreto.

Il presente decreto è trasmesso ai competenti organi di controllo secondo le vigenti disposizioni.
Roma, 9 agosto 2013

Il Ministro: ZANONATO


Questa pagina ti è stata utile?

NO