Decreto Ministeriale 17 luglio 2014

Individuazione degli uffici dirigenziali di livello non generale

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 e successive modificazioni;
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 novembre 2008, n. 198, recante il regolamento di definizione della struttura degli uffici di diretta collaborazione del Ministro dello sviluppo economico;
Visto il decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, recante disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini nonché misure di rafforzamento patrimoniale delle imprese del settore bancario e, in particolare l'art. 2, comma 10, lettere a) e b), che dispone la riduzione, in termini percentuali, degli uffici dirigenziali, di livello generale e non, e delle relative dotazioni organiche dei dirigenti e di quelle del personale non dirigenziale;
Visto l'art. 10 del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, convertito dalla legge 30 ottobre 2013, n. 125, che dispone l'istituzione dell'Agenzia per la coesione territoriale;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 158, recante il "Regolamento di riorganizzazione del Ministero dello sviluppo economico";
Ritenuta la necessità di provvedere, ai sensi dell'art. 17, comma 4-bis, lettera e) della legge 23 agosto 1988, n. 400, alla individuazione delle unità dirigenziali nell'ambito degli uffici dirigenziali di livello generale del Ministero dello sviluppo economico, nonché alla definizione dei compiti delle unità medesime;
Considerato che, al fine di dare applicazione al comma 2 dell'art. 21 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 158, per assicurare concentrazione, semplificazione e unificazione nell'esercizio delle funzioni nelle sedi periferiche si è provveduto alla riduzione del numero degli Ispettorati Territoriali, all'attribuzione ad alcuni di essi di compiti e servizi comuni e ad una più razionale distribuzione di attività in materia di vigilanza e controllo in sede territoriale;
Considerato che i compiti e le funzioni che svolgeva l'Istituto per la Promozione Industriale, soppresso ai sensi dell'art. 7 comma 20 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, sono state assegnate alla Direzione generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese relativamente alle attività attinenti alla promozione industriale e alla Direzione generale per le risorse, l'organizzazione e il bilancio per le attività inerenti la chiusura della gestione del soppresso ente;
Considerato che, come previsto dall'art. 19 commi 1 e 2 del d.P.C.M. 5 dicembre 2013, n. 158, con successivo decreto ministeriale si provvederà alla riduzione dei contingenti di dotazione organica del personale appartenente alle aree, in conseguenza del successivo trasferimento delle funzioni e del personale alla Agenzia per la coesione territoriale e alla Presidenza del Consiglio dei ministri, nonché dell'eventuale riduzione in relazione al personale da trasferire all'Agenzia per l'Italia digitale e alla adeguata e ottimale collocazione del personale presso ciascuna struttura in relazione alle competenze attribuite;
Sulla proposta dei Direttori generali interessati;
Sentite le Organizzazioni Sindacali;

Decreta:

Art. 1
Organizzazione del Ministero
1. Gli uffici dirigenziali di livello non generale del Ministero dello sviluppo economico, che assumono la denominazione di "Divisione", sono ripartiti tra il Segretariato e le Direzioni generali nei termini indicati nell'Allegato 1.
2. Ai sensi dell'art. 21 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 158, comma 1, gli uffici di livello dirigenziale non generale delle Direzioni generali, nel numero complessivo di centotrenta posti di funzione, ed i relativi compiti, sono articolati ed individuati come riportato nell'Allegato 2.
3. Ai sensi dell'art. 21 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 158, comma 3, nell'ambito della dotazione organica di livello dirigenziale non generale sono attribuiti sei posti di funzione presso gli Uffici di diretta collaborazione del Ministro e uno presso l'Organismo indipendente di valutazione della performance, da conferire con decreto del Ministro ai sensi dell'art. 19, comma 10, del decreto legislativo n. 165 del 2001 e successive modificazioni.
4. Gli uffici di segreteria del Segretario generale o del Direttore generale possono essere costituiti con provvedimento proprio del Segretario o del Direttore, quali uffici non dirigenziali alle sue dirette dipendenze.

Art. 2
Integrazioni e modificazioni
1. Alle eventuali modifiche e integrazioni al presente decreto, ivi comprese le eventuali variazioni compensative della ripartizione degli uffici di livello dirigenziale non generale fra i diversi uffici dirigenziali generali, si provvede con decreto ministeriale ai sensi dell'art. 21, comma 1, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 158.
Il presente provvedimento sarà trasmesso agli organi di controllo e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 17 luglio 2014

Il Ministro: GUIDI

 


Allegato 1

UFFICI DIRIGENZIALI GENERALI DIVISIONI
Segretariato Generale 2
Direzione generale per la politica industriale e la competitività e le piccole e medie imprese 10
Direzione generate per la lotta alla contraffazione - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi 9
Direzione generale per il mercato, la concorrenza, i consumatori, la vigilanza e la normativa tecnica 15
Direzione generale per la politica commerciale internazionale 6
La Direzione generale per le politiche di internazionalizzazione e la promozione degli scambi 7
Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche 6
Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche 6
Direzione generale per il mercato elettrico, le energie rinnovabili, l'efficienza energetica ed il nucleare 8
Direzione generale per la pianificazione e la gestione dello spettro radioelettrico 4
Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica di radiodiffusione e postali 6
Istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell'informazione 4
Direzione generale per le attività territoriali 15
Direzione generale per gli incentivi alle imprese 10
Direzione generale per la vigilanza sugli enti, il sistema cooperativo e le gestioni commissariali 7
Direzione generale per le risorse l'organizzazione e il bilancio 8
Funzioni dirigenziali presso gli Uffici Diretta Collaborazione 6
Funzioni dirigenziali presso l'Organismo Indipendente di Valutazione 1
  130

 

 


Allegato 2

[omissis]

Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche
La Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche si articola nelle seguenti 6 Divisioni di livello dirigenziale non generale:

Divisione I - Affari generali, espropri nel settore energia, royalties

  • affari generali: relazioni istituzionali ed esterne, rapporti con l'Ufficio centrale di bilancio, con la Corte dei conti, il Consiglio di Stato e l'Avvocatura dello Stato; rapporti con l'OIV;
  • pianificazione strategica, elaborazione degli obiettivi, attività connesse con il controllo di gestione; predisposizione degli elementi per la nota preliminare del progetto di bilancio annuale e pluriennale e per il rendiconto finanziario;
  • politiche di bilancio; predisposizione del budget economico della Direzione generale e rilevazioni periodiche di contabilità economico-gestionale;
  • supporto e coordinamento all'elaborazione di proposte per il documento di politica economica e finanziaria per le materie di competenza della Direzione;
  • supporto e coordinamento delle divisioni competenti per materia nell'analisi e nel monitoraggio degli atti normativi nazionali, nella predisposizione di proposte normative e di elementi di risposta agli atti di sindacato ispettivo e ai ricorsi;
  • istruttoria dei contratti di lavoro e valutazione dei dirigenti; conferimento di incarichi, gestione amministrativa e contenzioso del personale,
  • attribuzione di risorse umane agli uffici dirigenziali,
  • individuazione dei bisogni formativi;
  • protocollo informatico ed archivio dei documenti della Direzione;
  • gestione dell'anagrafe delle prestazioni;
  • attività connesse agli obblighi del Programma Triennale per la trasparenza e l'integrità; gestione e monitoraggio del piano anticorruzione per le attività di competenza della Direzione;
  • informatizzazione e standardizzazione dei processi nel settore di competenza della direzione;
  • ufficio unico per gli espropri in materia di energia: istruttorie inerenti le istanze volte all'emanazione di decreti ablativi e predisposizione delle memorie sugli atti impugnati innanzi al Giudice Amministrativo;
  • istruttorie inerenti l'emanazione di ordinanze di deposito cauzionale presso la Ragioneria Territoriale del MEF o di pagamento delle indennità di espropriazione;
  • istruttorie inerenti le procedure di definizione tecnica delle indennità di espropriazione e l'integrazione dei depositi o gli svincoli degli importi depositati conseguenti alla definizione delle indennità;
  • predisposizione di memorie inerenti atti impugnati innanzi al Giudice Ordinario;
  • aliquote di prodotto di spettanza di Stato, Regioni e Comuni (royalties);
  • monitoraggio delle produzioni avviate al consumo;
  • istruttoria inerente la valutazione della riduzione delle aliquote in attuazione del comma 7 dell'art. 19 del decreto legislativo. n. 625/1996;
  • coordinamento con l'Autorità per l'energia elettrica e il gas ai fini della Comunicazione del valore dell'indice di prezzo della materia prima energetica, quota energetica del costo della materia prima gas;
  • monitoraggio dei versamenti effettuati dagli operatori; azioni amministrative correlate all'attuazione dell'art. 45 della legge 99 del 2009.

Divisione II - Sezione UNMIG di Bologna ai sensi dell' art. 40 legge 11 gennaio 1957, n. 6

  • ricerca, coltivazione e stoccaggio delle risorse minerarie ed energetiche dell'Italia Settentrionale e relativi impianti in mare: gestione tecnico-amministrativa delle attività di prospezione, ricerca, coltivazione e stoccaggio di idrocarburi e stoccaggio di gas naturale e di CO2 svolte nell'Italia Settentrionale (Regioni Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna) e relativo mare territoriale e piattaforma continentale;
  • partecipazione ai procedimenti di competenza per gli aspetti concernenti i rapporti con le amministrazioni territoriali;
  • organizzazione e svolgimento dell'attività ispettiva, a carico dello Stato o di privati, in materia di verifiche, sicurezza di impianti, collaudi, prevenzione di infortuni, sicurezza e salute dei lavoratori, anche concernenti l'applicazione delle norme di polizia mineraria, sia in terraferma, che in mare, nelle attività di prospezione, ricerca, coltivazione e stoccaggio di idrocarburi;
  • controllo e ottimizzazione della gestione tecnico-economica della coltivazione dei giacimenti di idrocarburi nel territorio di competenza e verifiche relative alla corresponsione delle aliquote di prodotto della coltivazione;
  • chiusura mineraria di pozzi in eruzione a carico dell'amministrazione;
  • controllo e ottimizzazione della gestione tecnico-economica delle attività di stoccaggio di gas naturale e di CO2 nel territorio di competenza;
  • rapporti con le Regioni e le amministrazioni locali per le materie e il territorio di competenza;
  • sub-procedimenti istruttori e di accertamento per le autorizzazioni alla costruzione e all'esercizio relativi ad opere per la ricerca, coltivazione e stoccaggio di idrocarburi e di CO2;
  • raccordo operativo con le divisioni competenti per le questioni di gestione contabile e del personale della divisione;
  • predisposizione degli elementi di risposta agli atti di Sindacato Ispettivo;
  • gestione del contenzioso amministrativo;
  • rapporti con l'Avvocatura di Stato nelle materie di competenza;
  • protocollo informatico e archivio tecnico dei documenti della divisione.

Divisione III - Sezione UNMIG di Roma ai sensi dell' art. 40 legge 11 gennaio 1957, n. 6; Metanizzazione del Mezzogiorno

  • ricerca, coltivazione e stoccaggio delle risorse minerarie ed energetiche dell'Italia Centrale e relativi impianti in mare: gestione tecnico-amministrativa delle attività di prospezione, ricerca, coltivazione e stoccaggio di idrocarburi e stoccaggio di gas naturale e di CO2 svolte nell'Italia Centrale (Regioni Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo e Molise) e relativo mare territoriale e piattaforma continentale;
  • partecipazione ai procedimenti di competenza per gli aspetti concernenti i rapporti con le amministrazioni territoriali in materia di risorse minerarie ed energetiche;
  • organizzazione e svolgimento dell'attività ispettiva, a carico dello Stato o di privati, in materia di verifiche, sicurezza di impianti, collaudi, prevenzione di infortuni, sicurezza e salute dei lavoratori, anche concernenti l'applicazione delle norme di polizia mineraria, sia in terraferma, che in mare, nelle attività di prospezione, ricerca, coltivazione e stoccaggio di idrocarburi;
  • controllo e ottimizzazione della gestione tecnico-economica della coltivazione dei giacimenti di idrocarburi nel territorio di competenza e verifiche relative alla corresponsione delle aliquote di prodotto della coltivazione;
  • chiusura mineraria di pozzi in eruzione a carico dell'amministrazione;
  • controllo e ottimizzazione della gestione tecnico-economica delle attività di stoccaggio di gas naturale e di CO2 nel territorio di competenza;
  • rapporti con le Regioni e le amministrazioni locali per le materie e il territorio di competenza;
  • sub-procedimenti istruttori e di accertamento per le autorizzazioni alla costruzione e all'esercizio relativi ad opere per la ricerca, coltivazione e stoccaggio di idrocarburi e di CO2;
  • raccordo operativo con le divisioni competenti per le questioni di gestione contabile e del personale della divisione;
  • predisposizione degli elementi di risposta agli atti di Sindacato Ispettivo;
  • gestione del contenzioso amministrativo;
  • rapporti con l'Avvocatura di Stato nelle materie di competenza;
  • protocollo informatico e archivio tecnico dei documenti della divisione.
  • metanizzazione del mezzogiorno, attuazione del programma ai sensi della legge 28 novembre 1980, n. 784 e successive modificazioni e integrazioni: istruttorie per la verifica dei collaudi degli impianti; autorizzazione di nuovi progetti e di varianti; raccordo con l'Agenzia di sviluppo e coesione sulla gestione del fondo ai sensi dell'art. 1, comma 319 della legge 24 dicembre 2012, n. 228 (legge di stabilità 2013).

Divisione IV - Sezione UNMIG di Napoli ai sensi dell' art. 40 legge 11 gennaio 1957, n. 6

  • ricerca, coltivazione e stoccaggio delle risorse minerarie ed energetiche dell'Italia Meridionale e relativi impianti in mare: gestione tecnico-amministrativa delle attività di prospezione, ricerca, coltivazione e stoccaggio di idrocarburi e stoccaggio di gas naturale e di CO2 svolte nell'Italia Meridionale (Regioni Campania, Basilicata, Puglia e Calabria) e relativo mare territoriale e piattaforma continentale;
  • partecipazione ai procedimenti di competenza per gli aspetti concernenti i rapporti con le amministrazioni territoriali in materia di risorse minerarie ed energetiche; organizzazione e svolgimento dell'attività ispettiva, a carico dello Stato o di privati, in materia di verifiche, sicurezza di impianti, collaudi, prevenzione di infortuni, sicurezza e salute dei lavoratori, anche concernenti l'applicazione delle norme di polizia mineraria, sia in terraferma, che in mare, nelle attività di prospezione, ricerca, coltivazione e stoccaggio di idrocarburi;
  • controllo e ottimizzazione della gestione tecnico-economica della coltivazione dei giacimenti di idrocarburi nel territorio di competenza e verifiche relative alla corresponsione delle aliquote di prodotto della coltivazione;
  • chiusura mineraria di pozzi in eruzione a carico dell'amministrazione;
  • controllo e ottimizzazione della gestione tecnico-economica delle attività di stoccaggio di gas naturale e di CO2 nel territorio di competenza;
  • rapporti con le Regioni e le amministrazioni locali per le materie e il territorio di competenza;
  • sub-procedimenti istruttori e di accertamento per le autorizzazioni alla costruzione e all'esercizio relativi ad opere per la ricerca, coltivazione e stoccaggio di idrocarburi e di CO2;
  • raccordo operativo con la divisione competente per le questioni di gestione contabile e del personale della divisione;
  • predisposizione degli elementi di risposta agli atti di Sindacato Ispettivo;
  • gestione del contenzioso amministrativo;
  • rapporti con l'Avvocatura di Stato nelle materie di competenza;
  • protocollo informatico e archivio tecnico dei documenti della divisione.

Divisione V - UNMIG, CIRM, Laboratori chimici e mineralogici, stoccaggio sotterraneo di gas naturale e CO2

  • UNMIG: funzioni e compiti dell'Ufficio Nazionale Minerario per gli idrocarburi e le georisorse, in raccordo con le Sezioni UNMIG;
  • relazioni con le organizzazioni europee ed internazionali e con le Amministrazioni di altri Stati, accordi bilaterali e multilaterali per il settore idrocarburi e stoccaggio in coordinamento con la Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche;
  • CIRM: organizzazione e segreteria della Commissione per gli idrocarburi e le risorse minerarie (CIRM);
  • laboratori chimici e mineralogici: organizzazione, conduzione e sperimentazione nel settore delle risorse minerarie e petrografiche e delle risorse energetiche; programmazione e organizzazione delle indagini di natura chimico-fisica relative alla esistenza, classificazione, coltivabilità, utilizzazione e stoccaggio di risorse minerarie ed energetiche; valutazioni e analisi sui progressi della tecnologia mineraria e sui nuovi campi di applicazione delle materie prime minerarie e sostanze derivate; controlli sperimentali sui parametri riguardanti la prevenzione e la sicurezza nelle attività del settore energetico e minerario (in particolare vibrazioni del suolo, rumore, qualità dell'atmosfera di cantiere);
  • supporto nei settori chimico-minerario e chimico-energetico alle altre Direzioni generali del Ministero; supporto a Regioni, amministrazioni territoriali, operatori pubblici e privati, anche avvalendosi della Sezione UNMIG competente per territorio;
  • organizzazione ed esecuzione di campagne di ispezione, prelievo di campioni e analisi chimico-fisiche; sperimentazioni, ricerche e studi su campioni di sostanze minerali e materiali geologici provenienti dal settore estrattivo, inclusi i relativi materiali di recupero e rifiuti finalizzati anche al loro riuso;
  • analisi e proposta di normative tecniche nel settore chimico-minerario e chimico-energetico;
  • prodotti esplodenti: riconoscimento di idoneità dei prodotti esplodenti all'impiego in attività estrattive e relativi rapporti con il Ministero dell'interno e altre amministrazioni;
  • conferimento e gestione di titoli minerari per lo stoccaggio sotterraneo di gas naturale e CO2: procedimenti di conferimento e gestione tecnico-amministrativa dei procedimenti di proroga, modifica, approvazione nuovi programmi e revoca dei titoli minerari relativamente a concessioni di stoccaggio di gas naturale e CO2; qualifica e verifica delle capacità tecniche ed economiche degli operatori di stoccaggio;
  • definizione di norme e atti regolamentari per il recepimento e l'attuazione delle normative europee in materia di stoccaggio;
  • studi in materia di stoccaggio di gas naturale e di anidride carbonica; criteri, procedure e norme per l'individuazione dei siti per i sistemi di stoccaggio di gas naturale e CO2 e la loro caratterizzazione e l'esercizio degli impianti; aggiornamento normativa tecnica;
  • Predisposizione degli elementi di risposta agli atti di Sindacato Ispettivo nelle materie di competenza della divisione; gestione amministrativa e contabile delle risorse finanziarie della Direzione.

Divisione VI - Titoli minerari di idrocarburi, geotermia, cave e miniere, BUIG, cartografia e statistiche

  • conferimento e gestione di titoli minerari per la prospezione, ricerca e coltivazione degli idrocarburi: procedimenti di conferimento e gestione tecnico-amministrativa dei procedimenti di proroga, modifica, approvazione nuovi programmi e revoca dei permessi di prospezione, ricerca e concessioni di coltivazione di idrocarburi in terraferma e in mare; qualifica e verifica delle capacità tecniche ed economiche degli operatori;
  • predisposizione degli elementi di risposta agli atti di Sindacato Ispettivo nelle materie di competenza della divisione; promozione di accordi, intese e relazioni con le amministrazioni centrali, le Regioni e le amministrazioni locali e in ambito europeo;
  • definizione di norme e atti regolamentari per il recepimento e l'attuazione delle normative europee;
  • Geotermia, materie prime e materie prime seconde: gestione tecnico-amministrativa dei procedimenti di conferimento, proroga, modifica, approvazione nuovi programmi e revoca relativi a titoli minerari per la ricerca mediante impianti pilota di risorse geotermiche e risorse minerarie in mare; promozione e assistenza per interventi di sviluppo nel campo delle materie prime e materie prime seconde in Paesi terzi di interesse per la politica di sicurezza dell'approvvigionamento e di competitività nazionale;
  • indirizzi all'ENEA nel campo delle materie prime e materie prime seconde; definizione di priorità, linee guida e programmi di sviluppo minerario nazionale e provvedimenti ad esso inerenti;
  • indirizzi e promozione di accordi e intese con le amministrazioni statali, le Regioni e le amministrazioni locali; relazioni con le organizzazioni europee ed internazionali e con le Amministrazioni di altri Stati; definizione di accordi bilaterali e multilaterali; definizione di norme e atti regolamentari per il recepimento e l'attuazione delle normative europee;
  • BUIG, cartografia e statistiche: gestione e sviluppo di servizi web per la pubblicazione di informazioni e dati; rapporti con la redazione intranet ed internet in raccordo con l'URP; cartografia nazionale e inventario in materia di prospezione, ricerca, coltivazione di idrocarburi e di risorse minerarie e geotermiche, stoccaggio di gas naturale e di anidride carbonica; Bollettino Ufficiale degli idrocarburi e della georisorse;
  • gestione tecnica e valorizzazione sostenibile delle risorse del sottosuolo mediante la promozione di progetti di ottimizzazione energetica degli impianti minerari e l'abbinamento con lo sfruttamento di fonti energetiche rinnovabili;
  • statistiche in materia di prospezione, ricerca, coltivazione di idrocarburi, stoccaggio di gas naturale e di anidride carbonica e geotermia; studi in materia di prospezione, ricerca, coltivazione di idrocarburi

Questa pagina ti è stata utile?

NO